Emergenza Coronavirus. CassaColf estende le garanzie di prestazioni a colf, badanti e baby sitter, necessarie nel caso di esposizione al contagio da Covid-19

IL PORTALE SU PRESTAZIONI E SERVIZI DI ENTI E FONDI BILATERALI

Emergenza Coronavirus. CassaColf estende le garanzie di prestazioni a colf, badanti e baby sitter, necessarie nel caso di esposizione al contagio da Covid-19

In relazione alla pericolosità del virus e agli effetti che sta producendo sulla salute, nonché all’esposizione che pone lavoratrici e lavoratori domestici al rischio di contagio, in collaborazione con Unisalute, CassaColf ha deciso di tutelare ancor più gli iscritti introducendo prestazioni ad-hoc.

Specificare quanto CassaColf  mette a disposizione è indispensabile:

1) In caso di ricovero presso le strutture individuate per il trattamento del virus dal Ministero, gli assicurati CassaColf  avrà diritto a un’indennità di 40 euro per ogni notte di ricovero e per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno. La giornata di ingresso e quella di dimissione costituiranno un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria.

2) Nel caso che si renda necessario un periodo di isolamento a domicilio, qualora positivi al virus, gli iscritti a CassaColf  avranno invece diritto a un’indennità di 40 euro al giorno per ogni giorno di permanenza presso il domicilio e per un periodo non superiore a 14 giorni all’anno.

Questa diaria giornaliera verrà corrisposta anche nel caso in cui gli assicurati non siano stati ricoverati.

Per l’attivazione della nuova garanzia offerta da CassaColf , è necessario il referto del tampone che attesti la positività al virus COVID-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità.

«La scelta di estendere quanto più possibile le garanzie agli assicurati – spiega il presidente di CassaColf, Lorenzo Gasparrini – fa parte da sempre della nostra filosofia, è una nostra “core motivation” mirata a tutelare lavoratori e famiglie. A maggior ragione in questo difficile momento sia per lavoratori del comparto domestico che per i loro datori di lavoro, le famiglie con anziani bisognosi di assistenza».

«Per cui – aggiunge il Vice Presidente di CassaColf, Rosetta Raso – si è reso necessario prendere la decisione, proprio nell’immediatezza del contagio, di tutelare i nostri assistiti attraverso soluzioni assicurative e servizi di assistenza specifici».

#iorestoacasa è il motto che ben rappresenta un comportamento indispensabile oggi.

Gli anziani sono coloro che dall’allontanamento forzato dai cari, dalla permanenza in solitudine tra le mura di casa, hanno, più di ogni altra classe di età, la necessità di poter essere accuditi presso il domicilio.

I rischi, considerando la virulenza e la diffusione del Covid19 – sia tra gli anziani, categoria più esposta di ogni altra, che tra le loro assistenti domiciliari – sono sotto gli occhi di tutti.

Per saperne di più:

www.cassacolf.it,

email: info@cassacolf.it.