EBTer/EBTur Lecco: corsi di aggiornamento per Expo 2015 

IL PORTALE SU PRESTAZIONI E SERVIZI DI ENTI E FONDI BILATERALI

EBTer/EBTur Lecco: corsi di aggiornamento per Expo 2015 

Gli enti bilaterali del turismo e del terziario propongono otto corsi gratuiti per i dipendenti delle duemila aziende associate in preparazione all’Esposizione Universale che si terrà a Milano nel 2015.

«Il nostro obiettivo è che ogni cameriere della provincia di Lecco sappia parlare inglese». Con questo semplice esempio gli Enti bilaterali del turismo e del terziario delle provincia di Lecco spiegano il senso del progetto di aggiornamento professionale lanciato in preparazione di Expo 2015.

Si tratta di otto corsi pensati per favorire la preparazione degli operatori commerciali e turistici delle duemila aziende socie degli enti bilaterali. I temi affrontati sono:

  • Inglese, duecento parole per accogliere il turista;
  • accoglienza e gestione del cliente e del turista;
  • allestire vetrine tematiche per Expo;
  • la cucina senza glutine;
  • la nuova cucina italiana: il rispetto delle tradizioni e le moderne tecnologie;
  • il menù per bar e ristoranti: strumento di marketing e di controllo dei costi di gestione;
  • alla scoperta del nostro territorio, l’abc del russo.

Si tratta di corsi gratuiti che si svolgeranno tra i mesi di Gennaio ed Aprile. Inizialmente le iscrizioni, già aperte, sono riservate ai dipendenti delle aziende associate agli enti bilaterali o a chi ha perduto il lavoro da meno di 4 mesi e lavorava in questi settori. In caso di posti ancora disponibili l’iscrizione sarà aperta ad altri lavoratori interessati.

Questi corsi nascono oggi per Expo, ma l’obiettivo è quello che diventino un’occasione fissa di formazione.

Per Stefania Sorrentino, segretaria provinciale di Filcams Lecco e presidente dell’Ente Bilaterale del Turismo, “si tratta di un positivo esempio in cui parte datoriale e parte sindacale cercano di fare progetti insieme per migliorare la formazione dei lavoratori, per far ripartire le aziende e per migliorare il tessuto sociale. Questo territorio morfologicamente e naturalmente è adatto al turismo, per questo bisogna puntare su commercio, marketing, innovazione e ricerca».

(fonte: Filcams Lecco)