Cuneo: sportelli per favorire la fruizione dei fondi degli enti bilaterali

IL PORTALE SU PRESTAZIONI E SERVIZI DI ENTI E FONDI BILATERALI

Cuneo: sportelli per favorire la fruizione dei fondi degli enti bilaterali

L’obiettivo è di compiere un importante passo avanti nella capacità di informare e assistere gli interessati

Lavoratori e imprese, nello specifico, guardano all’assistenza sanitaria integrativa, alla pensione e alla formazione, e possono essere particolarmente utili in momenti di difficoltà come l’attuale.
Gli Enti Bilaterali di Cuneo, per meglio assistere gli aderenti a enti e fondi, hanno programmato un corso di formazione, destinato a 15 incaricati della associazione di categoria e delle organizzazioni sindacali.

Saranno loro ad informare e guidare gli utenti nell’iter di accesso ai benefici previsti a livello locale e nazionale. Nei prossimi giorni esperti del fondo Est, che si occupa di assistenza sanitaria, incontreranno gli interessati (l’appuntamento è però aperto a chiunque voglia partecipare) Il 2 luglio, sarà la volta di esponenti del fondo pensione Fon.te. Nelle settimane successive saranno coinvolti gli esperti di un altro ente specializzato nel settore sanità integrativa: il fondo Fast. A partire da inizio autunno, centri dedicati di servizio alla bilateralità saranno aperti presso la Confcommercio di Cuneo, Savigliano, Bra ed Alba oltre che nelle sedi decentrate delle organizzazioni sindacali.

Con l’occasione saranno ulteriormente pubblicizzati anche gli interventi previsti a livello locale, fra cui il Fondo “Un sostegno in più per i genitori”.

L’iniziativa prevede il rimborso delle spese mediche per i figli degli aderenti all’organismo ed anche l’attribuzione dell’assegno di maternità per i genitori in congedo parentale e di un contributo alle aziende che, con un comportamento virtuoso, effettuano sostituzioni a tempo determinato assumendo nuovi dipendenti. L’indennità prevista può arrivare sino a 500 euro sia per il lavoratore che per l’impresa. Più recente l’effettuazione del rimborso, sino a 300 euro, per spese medico–specialistiche ed eventuali prestazioni diagnostiche nei confronti di figli di età inferiore ai 7 anni. I contributi, in attesa dell’apertura degli sportelli, vanno richiesti alla segreteria degli enti (uno per il commercio e l’altro per il turismo) tramite raccomandata o posta elettronica certificata.

Ogni informazione è reperibile presso www.entibilaterali.cn.it e sulla pagina facebook degli Enti Bilaterali.